Come ottenere un colore qualsiasi

Vuoi sapere come creare una tinta personalizzata a partire dai colori primari? Questa è la guida perfetta per te.

Quali sono i colori primari?

I colori primari sono: rosso magenta, giallo e blu ciano. La corretta combinazione di questi 3 colori nelle giuste quantità porta alla formazione di qualsiasi tonalità.

Per schiarire un colore devi utilizzare il bianco.

Devi quindi comprare:

ROSSO MAGENTA, GIALLO, BLU CIANO, BIANCO, NERO (solo se vuoi ottenere il grigio).

Come ottenere il verde?

GIALLO + BLU (una punta)

Il blu è un colore molto forte quindi va dosato con cautela.

Come ottenere il viola?

ROSSO + BLU

Come ottenere l’ arancione?

GIALLO + ROSSO

Come ottenere l’ azzurro?

BLU + BIANCO

L’ azzurro è semplicemente un blu schiarito.

Come ottenere il rosa?

ROSSO + BIANCO

Il rosa è un rosso schiarito.

Come ottenere il lilla?

BLU + ROSSO (una punta) + BIANCO

Il lilla è semplicemente un viola schiarito.

Come ottenere il marrone?

ROSSO + GIALLO + BLU (una punta)

Il marrone è un mix dei 3 colori primari.

Come ottenere il grigio?

BIANCO + NERO (pochissimo)

Se il blu è un colore forte, il nero lo è molto di più. Fai attenzione.

Come ottenere il colore oro?

Il colore oro è una vernice metallica e non si può ottenere a partire dai colori primari.

Tuttavia puoi creare l’ ocra che si avvicina molto:

GIALLO + ROSSO (pochissimo) + BLU (quasi niente)

Il blu è da considerarsi come una sfumatura aggiuntiva: non è necessario quindi usane meno di una punta.

Come ottenere il colore argento?

Anche l’ argento è una tinta metallizzata. Il colore che più si avvicina all’ argento è il grigio chiaro:

BIANCO + NERO (meno ancora rispetto a un grigio normale)

A partire da questi colori basilari puoi creare la tua tinta personale. Buon divertimento!!!

Se ti stai accorgendo che studi troppo tempo e vuoi imparare un metodo di studio efficace per non passare ore sui libri clicca qui.

Come eliminare i tarli dai mobili

Hai in casa mobili di legno bucherellati? Si tratta del tarlo, nemico n°1 della tua casa. Segui questa semplice guida su come eliminare i tarli dai mobili, altrimenti rischieresti di trovare la tua casa infestata. Elimina il prima possibile i tarli nei mobili, prima che sia troppo tardi.

  1. Individua i buchi dove sono presenti i tarli – I buchi nei quali si nascondono i tarli sono facili da notare perché pieni di polvere di legno. Un compressore può aiutarti a trovare la polvere.
Legno che ospita tarli bucherellato
  1. Rimuovi la polvere dai buchi con aria compressa
Eliminare i tarli dai mobili usando un compressore
  1. Inserisci un prodotto specifico anti-tarlo nei buchi – Puoi inserire i prodotti con un beccuccio spray dotato di cannuccia, o tramite siringa. I prodotti più in uso sono: anti-tarlo Novecento, acquaragia, petrolio o essenza di trementina. Quest’ ultima emana però un odore più persistente.
  1. Soffia nuovamente nei buchi con aria compressa
  1. Inserisci un’ altra volta l’anti-tarlo nei buchi
  1. Chiudi i buchi – Chiudi i buchi con stucco per legno. Prepara lo stucco a forma di piccola candeletta e poi premilo nel buco interessato.
  1. Se i buchi sono poco accessibili e non riesci ad applicare lo stucco inserisci della cera d’ api con essenza di trementina – La cera d’ api è facilmente reperibile.
  1. Avvolgi il mobile con un grosso cellophane – Avvolgendo il mobile con un cellophane e chiudendolo bene, puoi garantirti un risultato ancora più efficace, perché i veleni restano per più tempo a contatto con i tarli.
  1. Dopo un mese rimuovi il cellophane

E’ consigliabile fare il trattamento nei mesi meno caldi, quando il tarlo riposa.

Se questa guida su come eliminare i tarli dai mobili ti ha risposto completamente puoi leggere questi altri articoli:

Manutenzione fai da te alla macchina

Come bucare il muro con il trapano correttamente

Come bucare il muro con il trapano? Se non sai come mettere una vite nella parete segui questi 5 semplici passaggi che ti spiegano come usare il trapano correttamente e non rovinare il muro irreversibilmente, altrimenti sarà necessaria una riverniciatura.

1. Fai un punto con un pennarello dove vuoi bucare

2. Prendi chiodo e martello e dai 3 colpetti decisi sul punto

Questa immagine mostra un martello

3. Prendi il trapano e inizia ad esercitare pressione sul muro

Questa immagine mostra come bucare la parete con il trapano

4. Quando il buco è abbastanza profondo infila il tassello

5. Ora puoi avvitare la vite

Bucare il muro con il trapano e poi inserire la vite

Hai del legno in casa bucherellato? Clicca qui prima che i tarli infestino la tua abitazione.

Come pagare poco le bollette di casa

Non sai come pagare poco le bollette di casa? Ti domandi se i pannelli solari convengono davvero? Ecco una spiegazione sulla convenienza dei piccoli investimenti domestici e su come risparmiare in casa.

1. Aggiungi due pannelli fotovoltaici e uno solare – Se la tua casa possiede un tetto non troppo inclinato e si trova in una zona molto soleggiata, i pannelli sono molto convenienti. Nelle situazioni contrarie i pannelli fotovoltaici diventerebbero una spesa inutile.

I pannelli solari sono un buon modo per pagare poco le bollette

2. Acquista nuovi serramenti – Acquista serramenti nuovi solo se hanno più di 10 anni: eliminando gli spifferi d’aria, ci sarà poca dispersione termica.

Cambiare i serramenti è utile per pagare poco le bollette

Hai dei mobili di legno in casa e sono bucherellati? Clicca subito qui prima che la tua casa venga infestata dai tarli.