Come masterizzare un beat e aumentare il volume

Cos è il mastering? Come aumentare il volume a una base musicale? Come masterizzare un beat? Ecco tutte le risposte su come effettuare queste operazioni a una base musicale e alzare notevolmente il volume senza perdere qualità:

Il mastering è una fase delicata della produzione musicale, da eseguire dopo un corretto mix. Occorre quindi fare solo piccoli aggiustamenti.

Consigliamo l’ ascolto in cuffia se non hai una headroom adatta e insonorizzata. La qualità delle tue cuffie influisce molto su quella del prodotto, perché è tramite ciò che senti che dovrai aggiustare i vari parametri. Come dicono i producer americani “se suona bene è ok”.

Tutti gli strumenti che ti elenchiamo in questo articolo sono generalmente preinstallati nei daw (FL Studio, Logic Pro X, etc.).

Segreti su come masterizzare un beat/base musicale con precisione e aumentare il volume notevolmente

1. Assicurati di avere impostato il volume giusto su tutti gli strumenti – Devi prima avere livellato correttamente tutte le tracce. Generalmente la batteria deve prevalere sulla melodia.

2. Assicurati che ogni traccia suoni bene e che non ci siano distorsioni – Altrimenti correggi il tuo mix o prova altri strumenti di qualità superiore. Ribadiamo che per masterizzare un beat correttamente devi partire da una corretta fase di mixing.

3. Se stai masterizzando una base rap su FL Studio applica prima un FruitySoftClipper ai tuoi kick – Ne aumenterai l’ esplosività. Il kick è ciò che deve suonare più forte, per stupire l’ ascoltatore. Per utilizzare al meglio il FruitySoftClipper devi prima aumentare molto il volume del tuo kick sample.

Mix kick con Fruity SoftClipper di FL Studio

4. Applica un compressore multibanda sul canale master – Applica compressioni precise e meticolose. Il vantaggio del compressore multibanda è quello di comprimere correttamente ogni frequenza e quindi aumentare il volume.

5. Non applicare mai un EQ con bande larghe sul canale – L’ equalizzatore può essere utile per rimuovere frequenze fastidiose con campanature a picco, ma non è sempre neccessario. Per riconoscere le frequenze fastidiose devi prima testare con una campana stretta a volume massimo ogni singola frequenza e poi se la riconosci come fastidiosa puoi diminuire il volume (non esagerare, siamo nella fase di mastering).

6. Applica uno stereo imager – Le frequenze più basse (sotto i 200Hz) saranno da ridurre a mono e le frequenze medio-alte da aprire leggermente, per ottenere un sound più avvolgente. Occhio, non eccedere con la stereofonia perché diminuiresti il volume della tua base.

Mastering e imaging base musicale con Waves S1 su FL Studio

7. Applica un compressore unico per amalgamare il tutto

8. Inserisci un maximizer (o adaptive limiter) – Il massimizzatore non è altro che un limiter con un volume massimo impostato (il ceiling), che deve essere settato su -0,1 db. Il maximizer possiede inoltre un aumento (o gain). Aumenta il gain finché non senti che il suono inizia a distorcere. Adesso la tua canzone suonerà molto più forte di prima.

Masterizzazione e potenziamento volume con Kratos 2 Maximizer

9. Ascolta una canzone di riferimento – Il tuo obiettivo è produrre musica commerciabile, per cui la creatività non basta per vendere (o semplicemente allargare il tuo pubblico). La tua canzone deve quindi avvicinarsi ai livelli del mercato. Ricorda però che la maggior parte delle volte si cela un mix engineer dietro alle canzoni presenti su Spotify, quindi non accanirti. Se il paragone non ti soddisfa ripeti il processo.

10. Se hai disponibilità economiche ti consigliamo iZotope Ozone – Ozone è un software all-in-one per il mastering che ti garantisce ottimi risultati in pochissimo tempo. Anche i plugin preinstallati su FL Studio e Logic Pro X sono buoni, ma meno rapidi e intuitivi.

Mastering di un beat con iZotope Ozone

Se questa guida su come masterizzare un beat ti ha soddisfatto e ti ha appassionato al mondo della produzione musicale ti consigliamo di dare un’ occhiata a questi articoli:

Qual è il miglior programma per fare beat

Come creare un beat – guida completa

Come creare una batteria rap perfetta

Come scegliere il ritmo

Quali sono i migliori strumenti virtuali